Home arrow Visita l'Acquario arrow Dai monti al mare arrow Il percorso dell'acqua arrow TROPICALIZZAZIONE DEL MEDITERRANEO
TROPICALIZZAZIONE DEL MEDITERRANEO PDF Stampa E-mail

Mediterraneo prossimo venturo?

TROPICALIZZAZIONE  DEL MEDITERRANEO E MIGRAZIONI LESSEPSIANE

Negli ultimi decenni si è assistito ad un incremento di specie tropicali nel Mediterraneo dovuto principalmente all’aumento
della temperatura media dell’acqua, legato ai cambiamenti climatici globali. Le specie esotiche giungono in Mediterraneo
dalle coste africane dell’Oceano Atlantico attraverso lo Stretto di Gibilterra e dal Mar Rosso (specie lessepsiane) attraverso il Canale di Suez.

Canale di Suez, comunicazione artificiale

tra il MarRosso e il Mar Mediterraneo

 

Caulerpa racemosa, alga tropicale immigrata

nel Mediterraneo attraverso il Canale di Suez

 
  

MIGRAZIONI LESSEPSIANE

Con l’apertura del Canale di Suez nel 1869, si è vericata una tale immigrazione di specie tropicali dal Mar Rosso che il fenomeno ha preso il nome dall’ingegnere Lesseps che ha progettato il Canale (migrazione lessepsiana).

La costruzione della Diga di Assuan (1965), riducendo la portata del Nilo e quindi l’immissione di acque dolci nella zona antistante il Canale di Suez, ha eliminato la barriera di acqua meno salata che ostacolava il passaggio nel Mediterraneo delle specie provenienti dal Mar Rosso.

Sargocentron rubrum
 Torquigener avimaculosus

Sargocentron rubrum -

specie lessepsiana fotografata in Turchia

 Torquigener avimaculosus-

specie lessepsiana fotografata in Turchia

COMPETIZIONE CON LE SPECIE AUTOCTONE


Molte specie lessepsiane risultano più competitive e prendono spesso il sopravvento su quelle mediterranee. Inoltre l’inquinamento e l’eccessivo sfruttamento della pesca indeboliscono le specie autoctone a favore di quelle esotiche. Oltre a diverse specie ittiche e a numerosi invertebrati, si sono diffuse alghe tropicali come Caulerpa racemosa che, entrando
in competizione con Posidonia oceanica, può costituire una minaccia per questo importante ecosistema.

 

 

 

 

 


 

 
< Prec.