Home arrow Eventi - Mostre
Acqua sacra Acqua profana PDF Stampa E-mail

30 APRILE -12 GIUGNO  2016

Inaugurazione  29 aprile ore 18.30 

Se vi è una magia su questo pianeta, è contenuta nell’acqua.”
Loren Eiseley

Mostra fotografica nell'ambito delle manifestazioni del Photofestival 2016

Acqua Sacra - Acqua Profana è il titolo della mostra fotografica che si svolgerà all’Acquario Civico di Milano dal 30 aprile al 12 giugno 2016, nell’ambito delle manifestazioni del Photofestival 2016. Promossa e prodotta dal Comune di Milano-Cultura, insieme all’Acquario Civico di Milano e in collaborazione con AmAMi, Associazione Amici dell’Acquario, l’esposizione è a cura di Giovanni Pelloso e Elisabetta Polezzo.

Con l’occasione dell’anno santo 2016 la mostra si ripropone di ritrarre da un lato i segni del sacro nell’acqua e dall’altro l’utilizzo di questo prezioso elemento in tutte le attività umane. Acqua e Sacro è un binomio che si ritrova sin dall’inizio della comparsa dell’uomo. Acqua purificatrice ma anche distruttrice, da amare e da temere. Indispensabile per l’uomo e per la sua vita materiale e spirituale. L’acqua è declinata nei mille modi del rito e in tutti i contesti in cui l’uomo si avvicina al sacro. Ma anche acqua che condiziona la scelta dei luoghi di fondazione di paesi e città. Milano ne è un esempio chiaro. Ricca e opulenta d’acqua, la città se ne serve per vari usi, industriale, domestico, personale, per il trasporto e per la comunicazione. La fitta rete di canali che a Milano si chiamano Navigli ha permesso alla città di costruire la chiesa di Maria nascente -il Duomo- grazie al trasporto fluviale del marmo di Candoglia necessario.

Quattordici fotografi sono stati invitati a riflettere ed interpretare l’acqua in questo suo duplice e complementare aspetto. Sarà, quindi, la loro personale visione a suggerirci punti di vista diversi. Vedremo l’acqua attraverso il loro obiettivo che, come sempre in fotografia, obiettivo non è. Gliautori sono: Alessandro Busci, Bruna Ginammi, Cecilia Tamplenizza, Claudio Còmito, Diego Giachello, Fausto Foddai, Giulio Crosara, Giuseppe Bellarosa, Luca Casonato, Lucia Covi, Mario Washington, Massimo Bersanetti, Mauro Mariani, Paolo Manazza. 

 
BUON COMPLEANNO ACQUARIO! PDF Stampa E-mail
 30 APRILE - 1 MAGGIO 2016
 
110 anni dalla nascita dell’edificio storico realizzato in occasione dell’EXPO del 1906 
 
 Se si può fare un acquario marino piccolo, si potrà farne uno grande, grandissimo.”
Michele Lessona, Acquari,1862
 
In occasione dei suoi 110 anni  l'Acquario Civico e il Comune di Milano-Cultura festeggiano  questo importante compleanno organizzando una giornata speciale. Domenica 1 maggio 2016 le porte dell'Acquario si apriranno gratuitamente per tutti. Ci sarà la possibilità, nel corso della mattinata, di vedere il dietro le quinte delle vasche dell’Acquario mentre nel pomeriggio saranno organizzate visite gratuite sempre alle vasche a cura dell’associazione Verdeacqua per permettere a chiunque ne abbia desiderio di avvicinarsi al mondo acquatico in modo più approfondito.

Nel corso della giornata si svolgerà poi una visita teatralizzata, in collaborazione con l'associazione Dramatrà, che avrà invece come oggetto l'edificio storico e la sua architettura liberty. Un attore impersonerà l'architetto Sebastiano Locati e darà vita, insieme ad uno di noi, ad un vivace dialogo in cui si racconterà la storia dell'edificio ma anche quella della città di Milano che nel 1906 ospitò la grande Esposizione internazionale dedicata ai trasporti, di cui l'Acquario era uno dei padiglioni: l'unico destinato a restare. Contemporaneamente il Conservatore dell’Acquario e le biologhe responsabili delle vasche saranno a disposizione per eventuali domande ed approfondimenti. Un filmato costituito da immagini storiche scorrerà per tutto il giorno nella piccola sala video al pianterreno dell'Istituto, per cercare di rendere visivamente quello che fu il sapore di un'epoca in cui la nostra  città, dotandosi del secondo Acquario italiano, dopo quello di Napoli, si poneva all'avanguardia nella ricerca scientifica in campo acquatico. Nel pomeriggio, lungo il percorso delle vasche,  ci  sarà un intervento performativo da parte del collettivo L.O.V.E. in collaborazione con Ariella Vidach-Aiep dal titolo: shhh_Nobody speak! (Studio)

Così facendo  renderemo un appropriato omaggio ad una delle Istituzioni più amate dai cittadini milanesi ai quali è stata restituita dieci anni fa, dopo un radicale restauro, in occasione del suo centenario.

L’evento sarà preceduto, sabato 30 aprile, da una giornata dedicata ai nostri mari in collaborazione con l’Istituto Tethys che in occasione dei trent’anni di attività  organizzerà un seminario scientifico-divulgativo a chiunque voglia conoscere delfini e balene dei nostri mari attraverso oltre mezzo secolo di ricerche.

 

PROGRAMMA 30 APRILE 2016

 Moderatore: Maddalena Jahoda

 14:30  Introduzione (Dott.ssa Nicoletta Ancona, conservatore Acquario e Civica Stazione Idrobiologica    di Milano)

 14:40  L’Istituto Tethys ONLUS: 30 anni di ricerca sui cetacei. (Dott. Simone Panigada, Vice presidente Tethys).

 14:50  Diamo i numeri. 26 anni di ricerca del progetto “Cetacean Sanctuary Research” (Dott.ssa Sabina Airoldi, Direttore progetto CSR).  

 

15:10  Quante balenottere comuni in Mar Ligure; mission impossible?”   (Dott.ssa Margherita Zanardelli, fondatrice del progetto di ricerca in Mar Ligure).

 

15:25 Should I stay or should I go? Stime di abbondanza del capodoglio in mar ligure e movimenti a scala di bacino Mediterraneo (Dott.ssa Arianna Azzellino, Direttore scientifico del progetto CSR).

 

15:40  Alla ricerca del delfino coi graffi. Stime di abbondanza e movimenti del grampo in mar Ligure (Dott.ssa Sabina Airoldi, Direttore progetto CSR)

                                                                                                                               

                                                                                      BREAK

                                   16:15  Size matters. Acustica e fotogrammetria nello studio dell’ecologia del capodoglio (Nino Pierantonio, ricercatore);

 

16:30  AAA Habitat cercasi Trend e distribuzione dei cetacei in mar Ligure in relazione con i fattori ambientali e antropici (Dott.ssa Caterina Lanfredi, ricercatrice);

 

16:45  Autokrill: gli habitat di alimentazione della balenottera comune (Dott.ssa Maddalena Jahoda, ricercatrice)

             Calamari in umido: gli habitat di alimentazione del capodoglio (Dott.ssa Caterina Lanfredi, ricercatrice);

 

17:00 Progetti per il futuro: prospettive del Cetacean Sanctuary Research e implicazioni per la conservazione (Dott.ssa Arianna Azzellino, Direttore scientifico del progetto CSR);

 

17:15  Domande e saluti finali

 

17:30 Termine dell’incontro 

 

 PROGRAMMA 1 MAGGIO 2016

10.30 – 12.30 visite guidate gratuite “dietro le quinte” con i biologi dell’Acquario  (fino ad esaurimento posti)

15.15 – 16.30 visita guidata gratuita al percorso espositivo ( a cura di Verdeacqua con prenotazione: 02804487)

16.30 – 17.00  shhh_Nobody speak! (Studio) - danza e coreografia: Luana Bruno, Danila Gambettola, Serena  Malacco

17.00 – 18.15 visita guidata gratuita al percorso espositivo (a cura di Verdeacqua con prenotazione: 02804487)

18.30 – 20.00  visita teatralizzata gratuita all’edificio (a cura di Dramatrà fino ad esaurimento posti)

18.30 – 21.30  conservatore dell’Acquario a disposizione dei visitatori per domande sul percorso espositivo e  sull'Acquario

10.30 – 21.30  sequenza di diapositive in saletta video sulla storia dell’Acquario

 

  

 
UMANITA' - ciclo di vita della medusa Turritopsis dohrii PDF Stampa E-mail
31 MAGGIO - ORE 21.00
 
Nelle sale dell’Acquario, luogo dedicato allo studio e riflessione sull’acqua anche nella sua declinazione artistica e culturale, una serata dedicata all'affascinante vita delle meduse. 
Il Conservatore dell'Acquario parlerà del mondo delle meduse ed in particolare di Turritopsis dohrnii o "medusa immortale" per la sua caratteristica di regredire completamente ad uno stato di immaturità sessuale, dopo aver raggiunto la piena maturità sessuale.
Seguirà la performance teatrale di Silvia Girardi che racconta il ciclo vitale di questa medusa e s'interroga sull'intelligenza evolutiva, l'immortalità, il paesaggio planetario.
 
ingresso gratuito fino ad esaurimento posti
 Image